La felicità è stupida

La felicità è stupida. Le poesie di Esenin e il concetto di felicità: appannaggio delle persone semplici o rarità, serenità e calma o potenza delle emozioni? Continue reading

L’immortalità vista dai pietroburghesi: Blok e Brodskij

Tutto, nella coscienza umana, ruota attorno all’impossibile. L’uomo è una creatura bizzarra e infelice che basa la propria vita sulla brama di immortalità, di vita eterna: un dolcissimo, irrealizzabile sogno, il desiderio più improbabile e allo stesso tempo più forte. Che sia un concetto impossibile e, in un certo senso, contrario alla natura, lo dice la parola stessa: immortalità, in russo … Continue reading

Il poeta Mandel’shtam, vittima delle sue parole

Il poeta Mandel’shtam, vittima delle sue parole. I bellissimi versi di Ospim Mandel’shtam e la (non) libertà di espressione ai tempi delle purghe staliniane Continue reading

Le sirene nella mitologia russa: Kramskoj e Gogol’

Le sirene nella mitologia russa: Kramskoj e Gogol’. Un viaggio tra le suggestioni delle rusalki slave, tra le immagini della luna e dell’annegamento Continue reading

Il poeta Derzhavin, conservatore e sovversivo

Il nome Derzhavin campeggia in Russia in molte strade, università, scuole ed è considerato un grande poeta della seconda metà del Settecento, esponente del classicismo. Vorrei però evidenziare che etichettare Derzhavin come conservatore potrebbe essere superficiale, poiché i suoi versi racchiudevano un pensiero insolito per l’epoca, a volte addirittura sovversivo. Derzhavin era di origini tatare. Chi sono i tatàri? Con il termine si intende un’etnia … Continue reading

“La vita è ovunque” di Yaroshenko: la libertà esiste?

Un altro dipinto che ha avuto un grande impatto, sempre alla mia amata galleria Tretyakovskaya di Mosca, è Всюду жизнь, “La vita è ovunque“(1888) di Yaroshenko. Il pittore ucraino di Poltava ritrae un carro (un vagone verde) dei carcerati, in cui da una finestrella con le sbarre sono visibili tipologie diverse di persone: una vedova vestita di nero, un bambino, … Continue reading

L’amore non ricambiato da Platone a Gorkij: si può guarire dall’illusione?

Si può passare la propria vita ad amare senza esser ricambiati? Si può guarire da un’ossessione d’amore? Quello dell’amore non corrisposto è un topos letterario struggente. Gli amori impossibili sono ossessioni logoranti che talvolta conducono alla pazzia e all’annullamento totale. Tra tutti, il più funesto è proprio quello a senso unico. Scriveva Maksim Gorkij: “di tutte le beffe che la sorte … Continue reading

Blok come Archiloco: la routine può diventare magia?

Capita a volte di sentire il peso della routine, di una vita sempre uguale, di una giornata scandita dagli stessi avvenimenti: il suono della sveglia, il tragitto per andare al lavoro, l’ufficio, il ritorno a casa. Capita di cogliere certi elementi materiali e di associarli a quella routine, perché ogni giorno la nostra vista è colmata di quegli oggetti sempre … Continue reading