Chi sono

Valentina Moretti è nata a Milano nel 1984. Scrive da quando ha 3 anni, ma solo da un paio d’anni è riuscita a vincere alcuni concorsi letterari e pubblicare il suo primo romanzo (cui ne sono seguiti molti altri). Laureata in Filosofia, è appassionata di lingua e cultura russa, che conosce profondamente grazie a numerosi viaggi in Russia e in Paesi dell’ex URSS, tra cui Ucraina e Turkmenistan. Si occupa di meditazioni non trascendentali, di trovare malattie nuove su Internet e di costruire quadrati sulle ipotenuse. Nel tempo libero, lavora come interprete di russo. Dal 2016 è traduttrice giurata a Milano nelle combinazioni russo-italiano e inglese-italiano con iscrizione all’albo dei periti della Camera di Commercio.

Perché sono appassionata della Russia? 

Bella domanda. Direi che la Russia ha irrotto burrascosamente della mia vita circa 4 anni fa. Sono stata io a cercarla, incuriosita dall’alfabeto cirillico, ma è stata anche lei a cercare me. Spesso mi scambiavano per russa, per questo ho scherzosamente iniziato da autodidatta ad imparare qualche parola.

Altri fatti eclatanti che mi hanno spinto a continuare nello studio della lingua, sono stati la conoscenza casuale di un giovane russo e la lettura non casuale di “Delitto e Castigo” di Dostoevskij.

Visitando la Russia, le mie aspettative non sono state deluse, se mai confermate. Ho ritrovato ovunque il sublime intreccio di apollineo e dionisiaco, che caratterizzano la Russia, e che nel mio immaginario erano rappresentati dalla bellezza delle cattedrali e dall’oscuro dramma dei personaggi di Dostoevskij.

Caso e destino si sono intrecciati nella mia scoperta di questo immenso universo culturale, territoriale e storico. Bellezza e dramma continuano a mischiarsi e a sorprendermi.

Alla Russia non ci si può interessare a piccole dosi, a spizzichi. Non si può imparare il russo, capire la mentalità russa “a livello amatoriale”, come hobby. Bisogna che la Russia entri dentro le viscere e l’anima di chi desidera, a sua volta, penetrarla e svelarla. Ci vuole estrema, maniacale passione che sfiora l’ostinato fanatismo e l’idolatria. Solo così si può amare la Russia: con struggimento, come si ama ciò che abbacina e fa soffrire, che affascina e tormenta, che carezza e che uccide.

 

  • Cosa dicono di me i media 😉

La mia intervista sulla Russia alla trasmissione “Born to Ride” con Roberto Parodi, febbraio-marzo 2017

GUARDA IL VIDEO DELL’OTTAVA PUNTATA sulla Russia http://www.video.mediaset.it/video/born_to_ride/full/ottava-puntata_691959.html

GUARDA IL VIDEO DELLA DECIMA PUNTATA sulla Russia 

http://www.video.mediaset.it/video/born_to_ride/full/decima-e-ultima-puntata_699082.html

La mia intervista su F magazine, gennaio 2017

Le mie interviste su Gente, 2013 (vincita di un concorso letterario)

gente articolo-1

11 thoughts on “Chi sono

  1. Mi sono innamorata di recente della Russia ed è stato come un fiume in piena che ha travolto la mia vita. Da quando è successo, non posso fare a meno ogni giorno di fare qualcosa per saperne di più: leggere la storia, studiare i suoi personaggi, osservare la geografia, scoprire l’arte e la letteratura e come se non ce ne fosse già abbastanza… studiare il russo, che mi piace moltissimo. Come dici tu, è una passione struggente. E chissà dove mi porterà 😉 ….ma mi rende euforica e felice. Ciao!

    • Ti capisco perfettamente. E’ qualcosa che si odia o si ama, e se si comincia, prende molto e richiede assoluta dedizione. Se posso chiedere, dove e come stai studiando il russo? Come sei venuta a conoscenza di questo blog? Se avessi bisogno di consigli anche su come imparare il russo, non esitare a chiedere.

  2. Ti chiederò senz’altro! Il tuo blog l’ho conosciuto cercando su Internet materiale sulla Russia, tipo articoli su come si vive…. (non ti nascondo infatti che potrei anche pensare di trasferirmi) e me lo sono subito messo nei preferiti. Io abito a Torino e la scuola che faccio è questa: http://www.arpnet.it/russkij/welcomeITA.htm Ho cominciato da pochissimo però (solo 5 lezioni) e di strada da fare ne ho ancora molta per quanto riguarda la lingua. Per ciò che concerne invece la storia ed in particolare l’arte e la letteratura avevo già un’infarinatura, poichè questo mondo mi è sempre piaciuto, ma per mille ragioni non avevo mai approfondito. Ora però vado come un treno…. 🙂 🙂 🙂

    • Bella idea! Fammi sapere, se ti va, com’era. Se vuoi inserire qualche articolo riguardante ad esempio film o libri letti o tue impressioni, non esitare a dirmelo. Mi piace pubblicare anche contenuti altrui. Potrei anche farti un’intervista, come ho già fatto con altre 2 ragazze (se guardi nella sezione ESPERIENZE RUSSE le trovi). che ne dici?

  3. Grazie 🙂 … Ho letto le tue interviste sia a Susanna che a Rita e sono indubbiamente interessanti, ma per quanto mi riguarda, prima di rilasciare un’intervista, devo maturare un pò di esperienza in questo mondo russo. Ho molte idee in merito. Mi considero una creativa, ma con i piedi per terra e una buona dose di tenacia … non so se hai potuto dare un’occhiata al mio sito e a quello che faccio. Appena avrò un pò di materiale interessante per il tuo blog, accetterò una tua intervista molto volentieri 🙂 Intanto continuo a seguirti…

    • Grazie a te! Ho guardato ora il tuo sito, mi piace l’impostazione, la creatività e l’originalità di quello che proponi, pur non essendo il mio campo. Certo, l’intervista sicuramente sarebbe da fare dopo il tuo viaggio in Russia almeno… ma se nel frattempo hai qualche recensione da proporre, sarò felice di pubblicarla. Grazie ancora e in bocca al lupo per il tuo progetto! a presto!

  4. Che divertente siamo entrambe bi-blogger …. ahahaah, mi piace inventare dei termini. Anche questo tuo secondogenito, l’ho messo tra i miei preferiti e andrò a leggerlo con calma, anche se ho già sbirciato. Complimenti anche a te! Scrivimi quando vuoi, io sono quasi sempre qui attaccata. Questa sera dalle 18,00 alle 20,00 lezione di russooooooooooo ! A presto, Monica 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.