Ma perché le russe si fotografano così? – di Paolo Stefanini

Ma perché le russe si fotografano così?

E’ una domanda che si fanno in tanti, quando vedono giovani bellezze russe in posa davanti a fiori, statue, panorami. Perché le ragazze russe hanno questa buffa mania e assumono pose da cartellone pubblicitario, tanto innaturali, che poi sfoggiano sui social network come una collezione di bellezza semi- veritiera?

Ebbene, finalmente abbiamo un’articolata risposta a questa domanda, grazie a Paolo Stefanini, giornalista che risiede al Politecnico di Tomsk per motivi di studio. La sua esperienza in Siberia durerà complessivamente due anni.

L’analisi che Paolo Stefanini ci regala in questo suo interessante articolo si basa su un singolare esperimento da lui ideato e realizzato, e ci rivela molto di più di quanto la domanda lascerebbe pensare. C’è qualcosa di melanconico, quasi drammatico e squisitamente “russo” nel modo in cui le ragazze posano e si fotografano, qualcosa che ha a che fare con la dicotomia tra la nostra essenza inafferrabile e l’immagine di sé che vogliamo dare. Di questa spaccatura parla l’articolo, e di molto altro. Tra riferimenti alla letteratura russa, descrizioni dei sogni e delle aspirazioni delle giovani ragazze siberiane e interessanti osservazioni sulla vita nella taiga, Paolo ci regala una suggestione profonda e acuta della sua esperienza a Tomsk. Un’insieme di immagini tradotte in parole e sensazioni, che nella loro superficialità riflettono in maniera attenta la realtà di luoghi così arcani e remoti per la mentalità occidentale.

Qui il link all’articolo: https://medium.com/@paolostefanini/ma-perché-le-russe-si-fotografano-così-5cef665acce4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.