Solzhenitsyn, la malattia e il senso della vita

“Divisione cancro” di Solzhenitsyn, un capolavoro russo che nella descrizione della malattia rivela prospettive e riflessioni sul senso della vita Continue reading

Orgasmo a Mosca: un romanzo geniale

Recensione di “Orgasmo a Mosca”, geniale romanzo satirico-demenziale di Hilsenrath Continue reading

Il progetto Koncelum: il mio nuovo romanzo

Il nuovo romanzo thriller di Valentina Moretti, “Il progetto Koncelum”, edizioni Goware. Una storia avvincente ambientata tra l’Ucraina di oggi e i tempi dell’Unione Sovietica. Continue reading

La roulette russa tra passato e presente

La roulette russa tra passato e presente: Lermontov e il film “Life” Continue reading

La camera oscura di Nabokov: un romanzo precursore di Lolita

La “Camera oscura” di Nabokov, meglio noto come: “Una risata nel buio”: geniale romanzo del ’32, ispiratore e precursore del ben più noto Lolita. Continue reading

L’oblomovismo e il regno della profondissima quiete

L’oblomovismo e il regno di profondissima quiete: la scelta esistenziale di Oblomov nel celebre romanzo di Goncharov Continue reading

Il circo dell’impossibile- romanzo sul circo di Mosca

Cari lettori, sono lieta di annunciarvi la (auto) pubblicazione del mio nuovo romanzo, “Il circo dell’impossibile”. Lo potete acquistare su Amazon o su Ilmiolibro, nel formato che preferite: -in versione cartacea al modico prezzo di 9,90 euro, qui: http://www.ereticaedizioni.it/?product=valentina-moretti-il-circo-dellimpossibile -in versione e-book, all’ancor più modico prezzo di 2,99 euro, qui: http://www.amazon.it/gp/product/B019HQNJTG?keywords=Il+circo+dell&qid=1450435297&ref_=sr_1_5&sr=8-5 -oppure qui, in carta o ebook: http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/narrativa/267846/il-circo-dellimpossibile/ “Il circo dell’impossibile” è in gara al concorso … Continue reading

American Psycho siamo noi

Sono arrivata tardi a farlo, ma per pura curiosità e consiglio di amici ho letto anch’io il libro-scandalo uscito nel 1991, American Psycho di Bret Easton Ellis. Ero scettica riguardo le possibilità che potesse davvero colpirmi, avendo letto parecchi libri pulp, horror, di rottura ecc, e invece devo ammettere che certe scene sono più che raggelanti e al di là … Continue reading

Un romanzo, un ritratto, uno sguardo

Roland Barthes sosteneva ci fosse un legame particolare tra fotografia e morte. Le fotografie, secondo il filosofo, sono immagini della morte perché evocano immediatamente ciò che non c’è o che non ci sarà più, rendendolo per sempre fermo, imbellettato: morto. Non a caso si dice “immortalare”: è rendere immortali, ma paradossalmente anche già morti. E i ritratti, invece? Anche i ritratti … Continue reading

Sulla Transiberiana con Rosa Liksom

La Russia vista dai russi è un conto, ma vista dagli stranieri assume connotati peculiari. La magia che il mondo russo può esercitare agli occhi di chi non è originario del luogo non può essere trovata in nessuno scrittore russo, al di là del forte patriottismo che li contraddistingue. Non so perché riusciamo ad esserne tanto ammaliati. Come recentemente ho … Continue reading

Essere Raskol’nikov

C’era quel film con John Malkovich, chiamato “Essere John Malkovich”. I protagonisti entravano in una sorta di tunnel, e vivevano per qualche minuto nei panni, nel corpo, nella mente di John Malkovich, sovrapponendovi la loro coscienza. Ho sempre desiderato essere Raskol’nikov. Vedere con i suoi occhi, percorrere le strade che Dostoevskij immaginava- ma che esistono realmente, e dove ha vissuto. A San Pietroburgo è possibile. Si … Continue reading