Medicina e pittura, un connubio affascinante

Il rapporto tra medicina e pittura ci permette di identificare le principali patologie di cui soffrivano i nostri antenati Continue reading

Brodskij, la neve e il tempo fermo

Brodskij, la neve e il tempo fermo: la poesia “Sei anni dopo”, dove il romanticismo russo si mischia ad un’immagine del tempo, della convivenza amorosa, della routine Continue reading

Le sirene nella mitologia russa: Kramskoj e Gogol’

Le sirene nella mitologia russa: Kramskoj e Gogol’. Un viaggio tra le suggestioni delle rusalki slave, tra le immagini della luna e dell’annegamento Continue reading

La donna dormiente tra parole e dipinti

L’immagine di una donna che dorme è divenuta, per il suo essere così delicata e suggestiva, un topos letterario e non solo: è un simbolo degno d’esser reso eterno dalle parole e dalla pittura. Nell’immaginario collettivo, la donna dormiente è simbolo d’attesa e di sospensione: immobile ma non morta, è in pausa, sospesa, indifesa- basti pensare alla fiaba della “Bella … Continue reading

Un romanzo, un ritratto, uno sguardo

Roland Barthes sosteneva ci fosse un legame particolare tra fotografia e morte. Le fotografie, secondo il filosofo, sono immagini della morte perché evocano immediatamente ciò che non c’è o che non ci sarà più, rendendolo per sempre fermo, imbellettato: morto. Non a caso si dice “immortalare”: è rendere immortali, ma paradossalmente anche già morti. E i ritratti, invece? Anche i ritratti … Continue reading

Chicche da un museo di San Pietroburgo

Anche San Pietroburgo ha la sua galleria Tret’yakov, ed è il bellissimo Museo Statale Russo. Avrei voluto che ci foste stati anche voi, perché ne valeva la pena. Cercherò dunque di portarvi con me, illustrandovi brevemente alcune sue “chicche”. Ospita un’ampia collezione di dipinti russi, a partire dalle icone del 1400, fino ad arrivare all’arte contemporanea. C’è anche una sezione … Continue reading

Curiosando fra ritratti russi dell’Ottocento…

Alla galleria Tretyakovskaya di Mosca si possono ammirare quadri russi dal 1500 ai giorni nostri. La stragrande maggioranza di dipinti, fino all’Ottocento, è costituita da ritratti. Devo dire che sono passata velocemente per le stanze dei primi ritratti, perché sebbene ogni tanto qualcuno emerga dal mucchio e colpisca, sono standardizzati, imbrigliati dai doveri della tradizione, dal gusto dell’epoca. E’ a … Continue reading