Parlo, dunque sono: pensare “alla russa”

C’e’una fortissima correlazione tra pensiero e linguaggio, spesso difficile da accettare. Il primo determina e stabilisce il secondo, eppure ne viene limitato enormemente, al punto che spesso sembra che i veri “padroni” dei nostri pensieri siano proprio loro: la struttura grammaticale delle frasi, le parole, i tempi verbali. Tutto ciò potrebbe suonare scontato, ma è soltanto a partire dal secolo scorso che … Continue reading

La Terra gira intorno al Sole. No, scherzavo.

Giovani soldati ucraini, con mogli e figli, vanno a combattere nei battaglioni di volontari a Donetsk e dintorni, per difendere l’indipendenza del Donbass o l’integrità territoriale dell’Ucraina. Saltano in aria e i loro corpi mutilati vengono gettati nelle fosse comuni, irriconoscibili, contrassegnati da un numero. Soldati americani, siriani, israeliani vanno in guerra di loro spontanea volontà, convinti di fare cosa … Continue reading

La macchina è servo o padrone? Uno sguardo al futuro

Sembra chiaro che il nostro futuro sarà dominato dalle macchine. Possono pensare? Potremmo incrementare la loro evoluzione fino a renderle potenzialmente pericolose per l’umanità? Non si accusi la domanda di essere catastrofica, sognatrice, se non completamente folle. Per citare The Big Bang Theory: la possibilità che verremo colpiti da un asteroide è remota, d’accordo, ma vallo a dire al T-Rex che nuota … Continue reading

Alan Turing, genio poco compreso

The imitation game, in questi giorni nelle sale, è un film sulla vita di Alan Turing, e in particolare sulla straordinaria impresa di decodificazione di Enigma, il codice criptato che i nazisti usavano durante la Seconda Guerra Mondiale per comunicare informazioni segrete. Si dice che grazie alla decifrazione dei messaggi gli Alleati siano riusciti a vincere la guerra in soli … Continue reading