Ad Astana non cadono le foglie

Qui le foglie non cadono

il vento spazza l’usura, la macchia

e le rughe. 

Qui le strade sono troppo giovani

per avere colpa, carattere

e malinconia. 

Tra il fasto di un matrimonio,

tra una schiera di cavalli in fila

sfrecciano le automobili in cerca 

di un volto nascosto, di un grido.

Qui non c’è morte

ma non c’è vita. 

La figlia impaziente di un progetto 

la moglie ribelle del tempo

ha la posa di una sposa, 

lo sguardo distante, 

indossa l’abito migliore

e porta il nome 

di Astana. 

IMG_0355 IMG_0362

IMG_0364 IMG_0366 IMG_0376 IMG_0389 IMG_0409 IMG_0421 IMG_0424 IMG_0419 IMG_0420 IMG_0464 IMG_0448 IMG_0531 IMG_0533 IMG_0519 IMG_0540

Precedente L'anima invisibile di Astana Successivo Orrore e stupore. Aylan e tutti gli altri